colli berici colli berici

Cicloturistici


Gli itinerari elencati di seguito sono indicati per escursionisti a piedi, bikers (mountainbike, ciclo-turisti), e per cavalli , mentre è vietato l'utilizzo di veicoli a motore.

Altavia dei Berici

Caratteristiche:
-L’AltaVia è un itinerario prettamente naturalistico, diviso in 11 tratti;
- itinerario destinato ad escursionisti, bikers, cavalli, con l’eccezione dei veicoli a motore;
- la lunghezza complessiva è di 130 km, più una eventuale discesa a valle già realizzata di 10 km, per un totale quindi di 140 km, tutti su strade comunali o vicinali;
- il percorso resta volutamente il più alto possibile in quota ed è ad anello;
- tocca il territorio di 17 Comuni.

Ciascuna tappa è studiata per poterci arrivare e ripartire in auto, in modo che l’intero percorso si possa fare sia tutto in una volta, sia in momenti diversi. Sta a voi escursionisti decidere la lunghezza e la durata dell’itinerario, scegliere se farvi accompagnare da un animatore del territorio, dotarvi di cartina escursionistica o scaricarvela direttamente dal nostro sito facendovi guidare dal GPS (mappe scaricabili da mytrekking.org o dal sito www.colliberici.it) oppure più semplicemente farvi guidare dalla tabellazione.

Per informazioni più dettagliate consultare dal menù la voce: Itinerari, Altavia dei Berici e itinerari fluviali.

Itinerari fluviali

Per informazioni più dettagliate consultare dal menù la voce: Itinerari, Altavia dei Berici e itinerari fluviali.

Altri itinerari

Ciclabile Riviera Berica

Punto di partenza: Vicenza, piazzale Fraccon
Punto di arrivo: Noventa, stazione delle corriere
Lunghezza: km 32.5 (3-4 ore)

La Ciclabile collega Vicenza con Noventa Vicentina ricalcando il tracciato della vecchia ferrovia. Facile e sicura, permette al ciclista di godere del paesaggio con ampia visuale sui Berici, sugli Euganei e sulle Prealpi vicentine. Per lunghi tratti la pista scorre tra corsi d’acqua e ordinate campagne, ricche di flora e di fauna selvatica. Soste e deviazioni permettono di avvicinarsi a borgate ricche di arte, storia e natura come la Villa “La Rotonda”, il centro storico di Costozza, l’ambiente “dolomitico” di Lumignano, Villa Pigafetta-Camerini al Montruglio di Mossano, ecc.

Carte e guide dedicate: - Lungo la Ciclabile Riviera Berica, IPA-Area Berica, Centro Studi Berici-Sossano.
-Cartina: Sentieri dei Colli Berici, pubblicazione a cura di Consorzio Pro Loco Colli Berici, 2014


Itinerario ciclo-turistico “Giro delle Valli”

Punto di partenza: Vicenza, piazzale Fraccon
Lunghezza: km 32 (3-4 ore)

Facile tour in bicicletta che, deviando dalla Ciclabile Riviera Berica, offre la possibilità di apprezzare il paesaggio pedecollinare dei Berici. Lasciata la Ciclabile all’altezza della Villa “La Rotonda” si gode la vista dei borghi del Tormeno, Villa di Arcugnano, sino ad arrivare a Fimon e Lapio. È quindi consigliato il giro del Lago di Fimon, ricco di flora e fauna, per poi tornare verso la Ciclabile attraversando Palù e Grancare. L’itinerario è parzialmente ripreso anche dalla Regione Veneto con il nome di “E7-I Paesaggi del Palladio”.

Carte e guide dedicate: - Pedali nel verde, itinerari cicloturistici lungo la pista ciclabile “Riviera Berica”, Geografica Editrice.
- Lungo la Ciclabile Riviera Berica, IPA-Area Berica, Centro Studi Berici-Sossano.
-Cartina: Sentieri dei Colli Berici, pubblicazione a cura di Consorzio Pro Loco Colli Berici, 2014


Itinerario ciclo-turistico “Giro di Casale”

Punto di partenza: Vicenza, piazzale Fraccon
Lunghezza: km 14.4 (2 ore circa)

L’itinerario, tutto su strada pianeggiante, si snoda ad est della Ciclabile Riviera Berica, con la possibilità di ammirare, immerse nella campagna, una roggia e diverse ville rinascimentali (XV-XVI sec.). Si consiglia inoltre una sosta con visita all’oasi WWF di Casale, importante zona umida (circa 24 ha) attrezzata a scopo scientifico e didattico.

Carte e guide dedicate: - Pedali nel verde, itinerari cicloturistici lungo la pista ciclabile “Riviera Berica”, Geografica Editrice.
- Lungo la Ciclabile Riviera Berica, IPA-Area Berica, Centro Studi Berici-Sossano.
-Cartina: Sentieri dei Colli Berici, pubblicazione a cura di Consorzio Pro Loco Colli Berici, 2014


Itinerario ciclo-turistico della Favorita (Sentiero 44)

Punto di partenza: da uno dei centri di Sarego, Meledo e Monticello di Fara
Lunghezza: km 19 (2 ore circa)

Itinerario libero tra il fiume Guà e la campagna nel fondovalle dei Berici occidentali. Basta una comune bicicletta (anche se la MTB è preferibile) per inoltrarsi lungo le stradine secondarie alla scoperta di angoli poco visitati e ricchi di curiosità. Elemento di rilievo è la scenografica Villa da Porto detta La Favorita (arch. F. Muttoni, 1715).

Carte e guide dedicate: - Sarego. Carta del territorio - Itinerari escursionistici, Comune di Sarego, Geografica Editrice.
-Cartina: Sentieri dei Colli Berici, pubblicazione a cura di Consorzio Pro Loco Colli Berici, 2014


Percorso ciclo-turistico delle Fontane (Sentiero 77)

Punto di partenza: Ponte di Barbarano
Lunghezza: km 23 (2-3 ore)

Escursione su due ruote lungo tratti per di più pianeggianti attorno al Monticello di Barbarano e il colle di S. Pancrazio scoprendo varie sorgenti, alcune anche termali come il “Bagno di Barbarano”.

Carte e guide dedicate: - Con noi, lungo le vie e i sentieri di Barbarano Vicentino, Comune di Barbarano Vicentino.
-Cartina: Sentieri dei Colli Berici, pubblicazione a cura di Consorzio Pro Loco Colli Berici, 2014


Itinerario cicloturistico da Vicenza al Lago di Fimon

Punto di partenza: Vicenza, Piazzale Fraccon.
Lunghezza: km 32, percorribili in 3-4 ore.

Facile tour in bicicletta lungo le belle stradine pedecollinari. Dall''Arco delle Scalette a Vicenza, si segue la pista ciciabile Riviera Berica che esce dalla città passando al cospetto di una delle dei più celebri architetture del mondo: la Rotonda del Palladio. A Longara si esce in direzione della chiesa parrocchiale, per continuare lungo via delle Grancare.
Un lungo e tranquillo tratto pedemontano conduce alle borgate di Grancare, quindi per via Palù, si giunge in località Boeca, in vista dei Lago di Fimon. Qui si aggira il lago percorrendo le stradine sterrate del versante est, per giungere nella zona più tranquilla in fondo alla valle.
Si può sostare per la pesca sportiva, un giro in barca o un ristoro presso le aziende agrituristiche del luogo. Oltrepassata la tipica contrada Lago, si scorre sottomonte a visitare le contrade Valdemarca, Covolo e Fontanelle, giungendo a Fimon capoluogo della vallata. Il giro inverte direzione ritornando per Torri di Arcugnano, la Valle della Fontega e Tormeno.
Da qui, si può ritornare a Longara seguendo la pista ciclabile o rientrare a Vicenza per S. Croce Bigolina e Campedello.